La materia prima, polvere di marmo proveniente dalle cave di Carrara, unita alla lunga esperienza di maestri artigiani e di disegnatori altamente professionali, è ciò che rende queste creazioni artistiche (statue, piccoli animali, scacchi) uniche nel loro genere: soggetti originali e di alto livello da proporre ad appassionati e collezionisti.

Gli scacchi. Creazione artistica composta da 32 pezzi realizzati con polvere di marmo proveniente dalle cave di Carrara, invecchiati e dipinti a mano con ricchezza di particolari da sapienti maestri d'arte.

Riproducono personaggi storici, artistici e di fantasia, creando una straordinaria atmosfera che immerge i giocatori in uno scenario denso di realismo.

Gli scacchi (dal provenzale e catalano antico escac, che a sua volta discende dal persiano shāh, "re") sono un gioco di strategia che si svolge su una tavola quadrata detta scacchiera, formata da 64 caselle (o "case") di due colori alternati, sulla quale ogni giocatore dispone di 16 pezzi bianchi o neri, ("il Bianco" e "il Nero" designano i due sfidanti): un re, una donna (o "regina"), due alfieri, due cavalli, due torri e otto pedoni. Ogni casella può essere occupata da un solo pezzo che può catturare o "mangiare" il pezzo avversario, andando a occuparne la casella. Obiettivo del gioco è catturare il re avversario o comunque confinarlo in una casella da cui non possa più muoversi sottraendosi alla cattura, neanche con l'aiuto da parte di altri pezzi (scacco matto).

Nati in India intorno al VI secolo, gli scacchi giunsero in Europa verso l'anno 1000, con ogni probabilità grazie alla mediazione degli Arabi; diffusisi nell'intero continente, raggiunsero una forma pressoché moderna nel XV secolo in Italia e in Spagna ma per arrivare al regolamento completo attuale si deve attendere il XIX secolo. Successivamente, a partire dalla metà dell'Ottocento, per merito di Paul Motphy e Wilhelm Steinitz iniziarono a codificarsi i fondamenti strategici del gioco. Nel 1886 lo stesso Steinitz, dopo una sfida contro Johannes Zukertort, si proclamò primo campione del mondo.

.

La rivalità calcistica tra le Squadre Nazionali di Germania e Italia, tra le più titolate in campo europeo e mondiale, dura da decenni.

Complessivamente, le due squadre vantano un totale di quattordici presenze nelle finali dei Mondiali (otto volte la Germania e sei volte l'Italia). Queste quattordici finali mondiali hanno portato alla conquista di otto titoli (quattro per ciascuna nazione). Anche per questo motivo le loro sfide sono molto sentite, in campo e fuori, tanto che alcuni addetti ai lavori e rappresentanti dei Media hanno cominciato a definirlo come il "derby d'Europa".

I match giocati tra queste due compagini nazionali hanno decisamente contrassegnato la storia dei tornei mondiali ed europei. In particolare la semifinale del Campionato del mondo del 1970, giocata allo stadio Azteca di Città del Messico, è stata definita la partita del secolo (Jahrhundertspiel, Game of the Century, El partido del siglo) e commemorata con una targa all'ingresso dell'Azteca.

NSSCCAIG
1 Articolo

Scheda tecnica

Codice
NSSCCAIG
Dimensioni
h. cm. 6,5 ~ 8 (ogni pezzo è reso unico dalle piccole irregolarità di forma e colore)

in the same category

16 altri prodotti della stessa categoria:
Product added to compare.